La lavastoviglie e tutto ciò che non sapevate

La lavastoviglie è un elettrodomestico che abbiamo quasi tutti oggi, ovviamente esistono molti modelli in commercio, tutti hanno dei programmi specifici e diverse capacità di lavaggio per adattarsi ai nostri bisogni. In passato la lavastoviglie era  spesso considerata come un elettrodomestico secondario e forse troppo dispendioso. Di solito si tendeva a non utilizzarla spesso se non in momenti di festa o nelle cucine professionali o nei bar. Chi viveva da solo o se si avevano pochi piatti da lavare, si tendeva a non avviare mai la lavastoviglie. 

La situazione adesso è completamente cambiata grazie sia alle innovazioni tecnologiche, ma anche al risparmio energetico che ci consente. Infatti ora la lavastoviglie non solo è comoda ma ci permette di risparmiare sempre energia e risorse. Per tutti i consigli, o conoscere i modelli e le offerte di lavastoviglie visitate il sito Sceltalavastoviglie.it e le migliori lavastoviglie da incasso.

Non deve sorprenderci questa cosa, infatti lavare tutte le stoviglie a mano non è più ecologico rispetto ad azionare una lavastoviglie in maniera corretta. Quando utilizziamo la lavastoviglie ma non viene caricata bene, questo influisce sul dispendio energetico ma anche sul lavaggio dei piatti che risulta meno ottimale. 

Ma come mai un lavaggio a mano non è assolutamente più ecologico del lavaggio a macchina? Ci sono diverse cose da considerare. Quando andiamo a caricare correttamente una lavastoviglie, seguendo le istruzioni con cura, oltre ad ottenere la massima igiene delle stoviglie, si può evitare l’enorme spreco di acqua e sapone che invece accade durante un lavaggio a mano. 

Una lavastoviglie di ultima generazione è spesso dotata di un ottima classe di consumo ed è programmata per lavorare comunque nel massimo rispetto dell’ambiente. Inoltre quando utilizziamo un tipo di programma ECO e la avviamo spesso di notte, i consumi saranno di molto ridotti.  

La lavastoviglie consuma una quantità d’acqua totale che è di molto inferiore rispetto agli sprechi di acqua che ci sono quando laviamo a mano le stoviglie. Qui non si tratta solo di risparmio energetico, ma diventa anche una questione di rispetto per l’ambiente. Va prestata molta attenzione alla quantità del sapone che utilizziamo per un semplice lavaggio. La lavastoviglie utilizza una quantità sicuramente sempre inferiore rispetto a quelle che sprechiamo nei lavaggi a mano, e ne consegue che nelle tubature si riverserà molta meno schiuma. La schiuma del sapone di solito si discioglie nell’acqua, ma in base alla quantità varia il tempo.